• Accreditato da
  • Partner

Presentazione

Il tema delle cure palliative e del fine vita è stato storicamente affrontato in modo prevalente per le patologie oncologiche, ma più recentemente l’interesse dei professionisti della salute e dei gestori dei sistemi sanitari si è rivolto anche alla gestione delle fasi finali delle grandi insufficienze d’organo e delle patologie ad andamento cronico in fase avanzata, per le quali non esistono terapie o, se queste esistono, sono inadeguate o risultano inefficaci ai fini della stabilizzazione della malattia o di un prolungamento significativo della vita a fronte di una qualità di vita adeguata. L’epidemiologia della mortalità nei paesi occidentali, l’analisi dei costi di gestione e la valutazione della sostenibilità dei sistemi sanitari evidenziamo come il progressivo aumento del numero dei pazienti “fragili” sia il settore dove maggiore dovrà essere l’impegno per modificare strategie e modalità concrete di intervento.

Questo cambiamento di prospettiva implica un ripensamento anche per lo sviluppo delle reti locali di Cure Palliative. In particolare all’interno delle reti di assistenza dovranno essere sviluppati modelli organizzativi fortemente orientati alla qualità dei processi ed alla valutazione dei risultati, tra cui l’identificazione precoce dei pazienti bisognosi di cure palliative, la valutazione multidimensionale dei loro bisogni, l’adozione degli strumenti ITC, il monitoraggio quali-quantitativo delle attività erogate, l’adozione di buone pratiche di cura ed assistenza condivise tra i professionisti che definiscono i Piani Assistenziali Individuali (PAI), nonché metodi e strumenti di gestione dei processi comunicativo-relazionali relativi alle situazioni di complessità relazionale.      

Il processo di cura non può e non deve mai essere volto soltanto alla terapia della malattia o del sintomo, quanto alla presa in carico globale della persona.

Il corso si propone di fornire proprio gli strumenti culturali e gestionali per poter dare risposte appropriate ai bisogni dei singoli pazienti migliorando la cultura dei partecipanti sia di tipo clinico-assistenziale sia di tipo organizzativo-gestionale. Ciò renderà più facile implementare nelle singole realtà reti locali di assistenza che realizzino piani di cura centrati sui percorsi integrati di cura per ciascun tipo di paziente che partendo dalla identificazione precoce coniughino una impeccabile valutazione complessiva con le possibili risposte operativo-gestionali più appropriate.

Programma

Programma

EPIDEMIOLOGIA : Di quali e quanti pazienti stiamo parlando?  Chi è il paziente fragile? Chi sono i pazienti con patologie croniche avanzate e bisogni di cure palliative?

 

Esercitazione: Epidemiologia

 

 

Dr. Fabio Lombardi

Identificazione precoce: logica e strumenti

 

Esercitazione: Identificazione precoce 1

 

 

Dr. Fabio Lombardi

Identificazione precoce: ruolo e compiti del MMG  

 

Esercitazione: Identificazione precoce 2

 

 

Dr. Pierangelo Lora Aprile

 

Valutazione multidimensionale      1° parte

 

 

Dr. Fabio Lombardi

 

Valutazione multidimensionale     2° parte

 

Esercitazione: Valutazione multidimensionale

    

 

Dr. Fabio Lombardi

 

Valutazione bisogno PsicoSocioEducativo

 

Esercitazione: Valutazione bisogno PSE

 

 

Dr. ssa Federica Azzetta

ICT: utilità e risorse

 

Sig. Massimo Re

Dalla VMD alla redazione di un PAI coerente

 

Esercitazione: Il PAI come strumento “dinamico” per migliorare l’appropriatezza del percorso assistenziale

 

Dr. Fabio Lombardi

 

Informazioni

Obiettivo formativo

11 - Management sanitario. Innovazione gestionale e sperimentazione di modelli organizzativi e gestionali

Mezzi tecnologici necessari

Minimo standard di connessione: Internet ADSL, Fibra, 4g

Browser richiesti: Internet Explorer oppure Google Chrome oppure Firefox

Strumenti: PC o smarphone o tablet

Procedure di valutazione

Test finale con 45 domande a scelta quadrupla con una sola risposta esatta. Come richiesto dal Ministero della Salute, sarà prevista la variazione casuale ma sistematica dell’ordine dei quesiti e dell’ordine delle risposte esatte.

Prerequisiti cognitivi

- Conoscere il concetto di malattia avanzata cronica complessa e saper riconoscere la tipologia di queste patologie   nella pratica assistenziale.

- Conoscere la legge 38/2010 e i suoi successivi decreti attuativi.

- Conoscere i concetti essenziali della pratica delle Cure Palliative.

- Conoscere le modalità di gestione della comunicazione della diagnosi e della prognosi con il malato e la famiglia.

- Conoscere i concetti di cure proporzionate vs cure non proporzionate (criteri clinici, etici e deontologici).

 

- Saper utilizzare i programmi informatici che permettono di scaricare un documento e stamparlo.

Descrizione modulo formativo

Il corso è articolato in più moduli, logicamente e conseguenzialmente collegati tra loro.

Ogni modulo formativo prevede il sincrono di alcuni video con le slide che risultano, quindi, direttamente commentate dal relatore.

Collegati ai singoli moduli vi sono poi documenti da scaricare che completano la trattazione specifica.

NON è consigliabile seguire un iter diverso.

E' possibile scaricare tutte le relazioni e i documenti specifici che sono parte integrante del corso stesso.

Responsabili

Responsabile Scientifico

Docente

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Allergologia ed immunologia clinica
  • Anatomia patologica
  • Anestesia e rianimazione
  • Angiologia
  • Audiologia e foniatria
  • Biochimica clinica
  • Cardiochirurgia
  • Cardiologia
  • Chirurgia Generale
  • Chirurgia Maxillo-facciale
  • Chirurgia pediatrica
  • Chirurgia plastica e ricostruttiva
  • Chirurgia toracica
  • Chirurgia vascolare
  • Continuita assistenziale
  • Cure Palliative
  • Dermatologia e venereologia
  • Direzione medica di presidio ospedaliero
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Epidemiologia
  • Farmacologia e tossicologia clinica
  • Gastroenterologia
  • Genetica medica
  • Geriatria
  • Ginecologia e ostetricia
  • Igiene degli alimenti e della nutrizione
  • Igiene, epidemiologia e sanita pubblica
  • Laboratorio di genetica medica
  • Malattie dell'apparato respiratorio
  • Malattie Infettive
  • Malattie metaboliche e diabetologia
  • Medicina aereonautica e spaziale
  • Medicina del lav. e sicurez. degli amb. di lav.
  • Medicina dello sport
  • Medicina di comunita'
  • Medicina e chirurgia di accettaz. e di urgenza
  • Medicina fisica e riabilitazione
  • Medicina generale (Medici di famiglia)
  • Medicina interna
  • Medicina legale
  • Medicina nucleare
  • Medicina termale
  • Medicina trasfusionale
  • Microbiologia e virologia
  • Nefrologia
  • Neonatologia
  • Neurochirurgia
  • Neurofisiopatologia
  • Neurologia
  • Neuropsichiatria infantile
  • Neuroradiologia
  • Oftalmologia
  • Oncologia
  • Organizzazione dei servizi sanitari di base
  • Ortopedia e traumatologia
  • Otorinolaringoiatria
  • Patologia clinica
  • Pediatria
  • Pediatria (pediatri di libera scelta)
  • Privo di Specializzazione
  • Psichiatria
  • Psicoterapia
  • Radiodiagnostica
  • Radioterapia
  • Reumatologia
  • Scienza dell'alimentazione e dietetica
  • Urologia

Psicologo

  • Psicologia
  • Psicoterapia

Fisioterapista

  • Fisioterapista

Infermiere

  • Infermiere

Infermiere pediatrico

  • Infermiere pediatrico
leggi tutto leggi meno